Caratteristiche del percorso

Questo sentiero permette ai pellegrini di entrare in contatto con la parte più profonda di sé e con l’infinito. La presenza di importanti luoghi di meditazione e spiritualità sembra avvicinare colui che cammina al Sapere, il Sapere infinito e quindi l’Eterno. Molti luoghi tra quelli toccati dal cammino conservano reliquie di chi prima di noi ha saputo avvicinarsi a quel sapere.
I luoghi toccati dal percorso sono L’Aquila, Monticchio, Fossa, Sant’Eusanio Forconese, Villa Sant’Angelo, San Demetrio, Prata d’Ansidonia, Tussio, Bominaco, Caporciano, Santa Maria Centurelli, Bussi sul Tirino, Piano d’Orta, Manoppello, Guardiagrele, Orsogna, Lanciano, Casalbordino, San Salvo, Guglionesi, Serracapriola, Torremaggiore, Santa Maria di Stignano, San Marco in Lamis, Santuario di San Matteo, Borgo Celano, San Giovanni Rotondo, Monte Sant’Angelo. (Variante: Bussi sul Tirino, Salle Caramanico, Eremo di Santo Spirito a Maiella).
L’intero percorso misura 332 km.

Attenzione

Per questo tratto del Cammino è in fase di stampa la Guida e la Carta dell’Ospitalità con le indicazioni delle strutture ricettive convenzionate.

Appena pronte saremo lieti di darne notizia e disponibilità sui nostri mezzi di comunicazione (stampa, web, social, newsletter).