Ghentianè

Amaro unico nel suo genere, ottenuto dall’infusione a freddo in alcool puro di ben 12 erbe aromatiche e spezie. La preziosità del liquore è data proprio da questa miscela esclusiva e segretissima che dona al prodotto un gusto delicatamente vivace. L’amaro di Ghentianè, giunto fino a noi dalla tradizione erboristica dei monaci abruzzesi, era largamente usato nel medioevo come rimedio a problemi gastrointestinali di varia natura grazie ai principi del bouquet di erbe in esso contenute.

Alcool 30%

Volume 700 ml


Viciola

Dai frutti del viciolo (o visciolo) una varietà di ciliegio che nasce spontaneo sugli Appennini, si ottiene il Ratafia’ di Viciole che rientra nella secolare tradizione erboristica e contadina tramandata fino a noi di generazione in generazione. Il nome Ratafia o Ratafia’ allude alla formula latina rata fiat usata per sugellare un accordo o sancire la pace con un brindisi fatto con questo liquore. L’infusione a freddo riguarda il frutto della pianta ed avviene, senza bollitura, nel Montepulciano DOC d’Abruzzo, un vino caldo e molto corposo, che contribuisce a dare al prodotto finito una spiccata densità e un inconfondibile colore rosso-violaceo. Il liquore così ottenuto a 24° presenta un retrogusto fruttato e un inconfondibile


Nocino

Questo liquore monoerba è ottenuto tramite infusione in alcool puro dell’esocarpo carnoso chiamato mallo che è la parte verde che copre il frutto del noce, prima che esso sia giunto a maturazione. Nel rispetto della tradizione alimentare abruzzese, questo liquore di Nocino è ottenuto grazie ad una ricetta che ne esalta le qualità tonificanti, digestive e depurative. Il mallo utilizzato per la realizzazione del liquore viene raccolto dalle piante autoctone del Gran Sasso, che giungono a maturazione verso la fine di giugno o i primi giorni di luglio a causa dell’altitudine. La raccolta del frutto è fatta esclusivamente a mano per non compromettere il benessere della pianta.


Genziana

Liquore ottenuto dall’infusione a freddo delle radici della Ghentiana Lutea, in vino Trebbiano d’Abruzzo. Ingredienti semplici come radici di genziana, vino bianco, acqua, zucchero e alcool compongono questo liquore monoerba dal colore ambrato e dal gusto particolarmente amaro. Le ben note virtù della radice di genziana assicurano una pronta digestione contro i disturbi gastrointestinali causati da eccessi alimentari.


Zafferano

Dalle coltivazioni del pregiatissimo Zafferano dell’Aquila, che ha da sempre rappresentato il motore trainante dell’economia medioevale della conca aquilana, nasce un gustoso ed originale liquore monoerba prodotto a 30°. Unico nel suo genere, il liquore viene ottenuto dalla infusione a freddo dei fili (stimmi) del fiore per non alternare le innumerevoli qualità e la profumata fragranza. La ricetta esclusiva che prevede l’inserimento di elementi originali contribuisce ad attenuare il senso di stucchevolezza nel quale facilmente ci si imbatte quando si assaggiano prodotti confezionati con lo zafferano. Le esclusive proprietà dello Zafferano dell’Aquila, utilizzato per il liquore sono riconosciute da un apposito disciplinare a garanzia della qualità del prodotto e a tutela del consumatore.